L'Udito

L’Udito è un sistema estremamente complesso, il primo dei cinque sensi a svilupparsi nel feto e a permettere il contatto con il mondo esterno.

Un suono è un insieme di onde sonore liberate nell’aria da una sorgente, queste si muovono in modo lineare e ondulato. L’orecchio riceve e traduce i suoni in impulsi elettrici che vengono trasmessi per mezzo di fibre nervose (nervo acustico), al cervello, dove vengono analizzati ed interpretati.

IL SISTEMA UDITIVO È COMPOSTO DA 3 PARTI FONDAMENTALI:

ORECCHIO ESTERNO
comprende sia il padiglione auricolare che il condotto uditivo . Ilsuo compito è quello di convogliare le onde del suono dall'esterno fino al timpano.

ORECCHIO MEDIO
situato nell'osso temporale, è diviso dall'orecchio esterno tramite il timpano. L'orecchio medio è una cavità piena d'aria la cui pressione viene mantenuta costante grazie alla tuba di Eustachio (che la collega alla parte posteriore della gola e del naso) ed ospita 3 piccole ossa: martello (ancorato al timpano), incudine e staffa. I tre ossicini hanno il compito di trasferire l'energia meccanica del suono dal timpano all'orecchio interno. Nell'orecchio medio sono presenti anche due piccoli muscoli (muscolo stapedio e muscolo tensore del timpano) che hanno il compito di contrarsi in presenza di suoni molto forti, proteggendo così la salute dell'orecchio.

ORECCHIO INTERNO
anch'esso situato nell'osso temporale, è formato sia dall'organo dell'udito che dall'organo dell'equilibrio. La componente uditiva dell'orecchio interno è chiamata coclea ed è formata da cavità piene di fluido. E' nell'orecchio interno che il suono , da energia meccanica, viene trasformata in impulsi nervosi che vengono successivamente inviati al cervello.

DIVERSI TIPI DI IPOACUSIA

L'ipoacusia può essere divisa principalmente in due tipologie:

IPOACUSIA TRASMISSIVA

Si verifica quando il suono non riesce a raggiungere correttamente l'orecchio interno a causa di impedimenti fisici; il problema può essere quindi localizzato sia nel condotto uditivo esterno che nell'orecchio medio.
Talvolta è possibile intervernire chirurgicamente al fine di rendere 'libero' il passaggio tramite orecchio esterno/medio/interno, ma in caso contrario è consigliata la protesizzazione acustica.

IPOAUCUSIA NEUROSENSORIALE

È causata da un disturbo che può riguardare sia la coclea (situata nell'orecchio interno) che il nervo acustico (che trasmette l'impulso al cervello).

CAUSE DI IPOACUSIA NEI BAMBINI


SORDITÀ CONGENITA

I problemi di udito possono essere presenti sin dalla nascita ed essere sia di tipo neurosensoriale che di tipo trasmissivo (tra gli esempi troviamo le anomalie cranio facciali , infezioni congenite e fattori genetici). L'ipoacusia congenita è indicata come la più frequente tra le malattie congenite dell'uomo e rappresenta il 90% delle ipoacusie infantili.

SORDITÀ EREDITARIA

Le ipoacusie ereditarie possono insorgere immediatamente o svilupparsi con la crescita, in adolescenza o in età adulta. Generalmente questo tipo di sordità è preceduta da altri casi in famiglia di ritardo di apprendimento del linguaggio o di ipoacusie permanenti insorte in adolescenza.

COMPLICANZE DURANTE IL PARTO

La mancanza di ossigeno durante il parto oppure la nascita prematura sono alcuni esempi di come un parto difficoltoso possa causare un problema di udito al bambino pur non essendone predisposto.

SORDITÀ ACQUISITA DOPO LA NASCITA

Diverse sono le cause che possono portare a sordità post-natale, di seguito ne verranno indicate le principali; una delle forme di più frequenti di ipoacusia infantile è quella conseguente alla meningite (ipoacusia nella maggior parte dei casi bilaterale e di grado grave o profondo, talvolta progressiva). Anche le virosi possono rappresentare un rischio per l'udito dei bambini: parotite, rosolia e varicella sono alcuni esempi di virus chiamati in causa. CI sono inoltre casi di ipoacusie autoimmuni (o improvvise) o conseguenti a traumi acustici o all'uso di sostanze ototossiche.

DIAGNOSI

La diagnosi precoce di ipoacusia infantile è fondamentale: in caso di dubbi circa l'udito del proprio figlio, la prima cosa da fare è chiedere un parere medico ed effettuare uno screening uditivo presso una struttura medica.

CAUSE DI IPOACUSIA IN ETA' ADULTA


PRESBIACUSIA

Il termine presbiacusia identifica la perdita di udito causata dalla degenerazione neurosensoriale che insorge progressivamente con il progredire dell’età. Generalmente il fenomeno è bilaterale e interessa più gli uomini delle donne, diviene evidente a partire dai 65 anni in poi

ESPOSIZIONE ECCESSIVA AL RUMORE (IPOACUSIA PROFESSIONALE)

il rumore sugli ambienti di lavoro rappresenta una minaccia seria per la conservazione dell'udito. L'esposizione cronica ai rumori (intensità pari o superiore ad 80 dB per una giornata lavorativa per diversi anni di servizio), porta gradualmente (spesso senza averne la consapevolezza) ad un danneggiamento dell'udito irreversibile. Il tipo di ipoacusia è neurosensoriale ed ha un caratteristico 'picco' di caduta iniziale (visionabile sul grafico audiometrico) in corrispondenza delle frequenze 4000-6000 Hz. Spesso la sordità professionale è accompagnata da ronzii o fischi (definiti acufeni) che possono peggiorare notevolmente la qualità di vita della persona che ne soffre. L'esposizione eccessiva al rumore, inoltre, può causare danni anche all'organismo (danni extrauditivi): è statisticamente dimostrato che i soggetti esposti ad alti livelli di rumorosità rischiano maggiormente di avere infortuni sul lavoro oltre ad una maggiore esposizione a problematiche cardiocircolatorie, gastroenteriche e neuroendocrine. Il rumore continuo spinge il lavoratore a sforzarsi per comprendere i messaggi verbali e di conseguenza ad usare nella maniera scorretta la propria voce. L'entità degli effetti extrauditivi è fortemente legata al tipo di lavoro svolto ed al livello di attenzione richiesta.

TRAUMA ACUSTICO

Un forte rumore improvviso (superiore a 120 dB) può causare un danno permanente dell'udito nonchè lesioni dell'orecchio esterno ed orecchio medio (rottura del timpano e frattura degli ossicini).

ALTRE CAUSE

timpano sclerosi, otite media cronica, malattia di Menière, tumori dell'ottavo nervo cranico, labirintite.

Contattateci, saremo lieti di offrirvi tutte le migliori informazioni per risolvere il vostro problema acustico.